fbpx

Tutte le novità di Google Workspace

Google ha annunciato importanti novità introdotte nelle principali app della suite per affrontare con successo sfide e opportunità del mondo post Covid-19

Dopo più di un anno di collaborazione a distanza, molte persone stanno mostrando segni di stanchezza digitale.

Ecco perché il team di Google ha pensato di offrire nuove esperienze di prodotto, in grado di potenziare le forme di collaborazione digitale, rendendo più semplice la connessione tra persone e la condivisione di nuove idee.

Nello specifico, sono state migliorate le principali app per renderle ancora più flessibili, interattive e intelligenti.

Di seguito riportiamo le principali novità di Google Workspace, affinché possiate sfruttare anche voi le nuove funzionalità per un’esperienza migliore e più ricca in Google Workspace.

  • Gmail

La prima grande novità riguarda il nuovo design di Gmail. Il servizio di posta elettronica di Google, infatti, non permetterà più soltanto la lettura delle mail, ma ingloberà nell’interfaccia anche:

  • Chat, il servizio di messaggistica istantanea;
  • Stanze, per conversazioni e scambi con più ampi gruppi di persone;
  • Meet, il servizio di video-conferenze di Google.

Queste sezioni verranno sostituite da pulsanti che agevoleranno la navigazione tra i vari servizi e ciascuno di essi presenterà una propria interfaccia.

A ciò si aggiunge anche la possibilità di utilizzare dei comodi filtri di ricerca per la selezione dei messagi.

Oltre a filtrare i risultati per data, anche secondo intervalli di tempo prestabiliti, sarà possibile specificare le conversazioni o i gruppi in cui andare ad effettuare la ricerca. Inoltre è stato introdotto anche un filtro per gli allegati, a scelta tra file Google Doc, PDF o video.

  • Stanze

Google ha annunciato che Stanze adotterà il nuovo nome Spazi, proprio perché sarà pensato come servizio in grado di ricreare uno spazio virtuale di persone, argomenti e progetti, nonché il proprio nuovo spazio di lavoro. L’aggiornamento introdurrà anche ruoli utente e strumenti di moderazione.

Spazi permetterà così la condivisione delle conoscenze e la creazione di comunità per team di tutte le dimensioni, in cui sarà possibile organizzare tutte le informazioni, le conversazioni e i file pertinenti per progetto, dando inoltre la possibilità di moderarli in modo intelligente.

  • Meet

Altra novità annunciata da Google consiste nella modalità Companion, pensata per ottimizzare l’esperienza di ascolto e partecipazione nelle stanze di conferenza condivise o per partecipare alla riunione usando il proprio dispositivo personale come schermo primario.

Questa modalità sarà disponibile principalmente per Meet e permetterà, tra le altre cose, di condividere lo schermo con altri partecipanti privandolo dell’audio, inviare domande o messaggi ai partecipanti e alzare la mano per intervenire durante la conferenza.

Dall’altra parte, gli amministratori avranno più strumenti a disposizione per definire meglio i criteri di ammissione alle riunioni, mentre nuovi controlli permetteranno di disabilitare la chat durante la riunione, disattivare o riattivare l’audio.

  • Drive

Infine, un’altra novità riguarda l’estensione della crittografia lato client per file e documenti di Google Docs e Google Drive.

La crittografia lato client è particolarmente vantaggiosa per le organizzazioni che archiviano dati sensibili o regolamentati, come proprietà intellettuali, cartelle cliniche o dati finanziari. Può aiutare a soddisfare i requisiti di sovranità dei dati e i requisiti di conformità per ITAR, CJIS, TISAX, IRS 1075 ed EAR.

Una versione Beta della crittografia in Google Drive sarà disponibile tra qualche settimana per i clienti Google Workspace Enterprise Plus e Google Workspace Education Plus, per poi arrivare ufficialmente in autunno.

  • Workspace Individual

Per coloro che sono alla ricerca di un servizio di facile utilizzo e che permetta di gestire e proteggere la propria attività, Google offre il nuovo piano in abbonamento Workspace Individual che include funzionalità premium come prenotazione smart, video-riunioni professionali, email marketing personalizzato e molto altro.

Il piano sarà inizialmente disponibile negli Stati Uniti, Canada, Messico, Brasile, Australia e Giappone per poi essere esteso progressivamente anche ad altri mercati.

Se stai cercando una suite integrata di app per la produttività e la collaborazione cloud-native e sicure, con la tecnologia AI di Google, scrivici a innovation@millergroup.it.

Unisciti a centinaia di aziende che hanno scelto Miller Group come Google Partner!

Related posts