fbpx

Rinnovato il finanziamento Nuove Imprese a Tasso Zero

Con il Decreto Crescita 2021 è stato rinnovato Nuove Imprese a Tasso Zero, il finanziamento per giovani e donne che vogliono diventare imprenditori. Ecco tutti i dettagli

Con la Circolare del Ministero dello Sviluppo Economico n. 117378 dell’8 aprile 2021, è stato rinnovato il finanziamento Nuove Imprese a Tasso Zero, per cui si potrà presentare domanda dal 19 maggio.

La misura, gestita a livello nazionale da Invitalia (Agenzia Nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa S.p.A.), mette a disposizione un finanziamento a tasso zero ed un contributo a fondo perduto ai giovani fino a 35 anni e donne di qualunque età, che vogliono avviare micro e piccole imprese o già lo hanno fatto negli ultimi cinque anni.


Di seguito riportiamo le principali novità sull’incentivo di Aprile 2021.

  • In cosa consiste

Il finanziamento Nuove Imprese a Tasso Zero ha l’obiettivo di sostenere, su tutto il territorio nazionale, la creazione e lo sviluppo di micro e piccole imprese a prevalente o totale partecipazione giovanile o femminile.

Consiste nello specifico in una combinazione di finanziamento a tasso zero della durata massima di dieci anni e di una quota di contributo a fondo perduto, per un importo complessivamente non superiore al 90% della spesa ammissibili.

  • Chi sono i beneficiari

La misura si rivolge ora a tutte le imprese a prevalente conduzione giovanile (51% della compagine) oppure femminile, costituite entro i 5 anni precedenti (prima erano 12 mesi), con regole differenziate in base allo spartiacque dei 3 anni di attività. In particolare:

  • le aziende nate da 3 a 5 anni prima possono chiedere il finanziamento per la copertura di investimenti fino a 3 milioni di euro al netto dell’IVA per realizzare nuove iniziative o ampliare, diversificare o trasformare attività esistenti; la quota di fondo perduto non può superare il 15%;
  • le aziende nate da non più di 3 anni possono chiedere fino ad 1,5 milioni di euro per nuove iniziative o sviluppo di attività esistenti e la quota del fondo perduto non può superare il limite del 20% ma è possibile chiedere un ulteriore 20% di contributo per acquisto di materie prime e servizi strumentali allo svolgimento dell’attività d’impresa.
  • Quali sono i settori ammessi

L’incentivo Nuove imprese a tasso zero finanzia programmi di investimento volti allo sviluppo o alla creazione di nuove imprese nei seguenti settori industriali:

  • produzione di beni nei settori industria, artigianato e trasformazione dei prodotti agricoli;
  • fornitura di servizi alle imprese e alle persone;
  • commercio di beni e servizi;
  • turismo;
  • filiera turistico-culturale e innovazione sociale;
  • innovazione sociale (intesa come creazione/soddisfazione di nuove relazioni sociali e bisogni sociali).

Si ricorda che i programmi di investimento devono essere avviati successivamente alla presentazione della domanda ed essere ultimati entro 24 mesi dalla data di stipula del contratto di finanziamento.

  • Quali sono le spese ammissibili

Le spese ammissibili sono diversificate in base alla costituzione della società e riguardano:

  • suolo aziendale;
  • fabbricati, opere edili/murarie (comprese le ristrutturazioni);
  • macchinari, impianti ed attrezzature nuovi di fabbrica;
  • programmi informatici e servizi per le tecnologie dell’informazione e della comunicazione;
  • brevetti, licenze e marchi;
  • consulenze specialistiche;
  • oneri connessi alla stipula del contratto di finanziamento;
  • materie prime, sussidiarie, materiali di consumo e merci, altri servizi e godimento di beni di terzi.

L’importo di spesa massima è di 1.500.000 € per le imprese costituite da meno di 36 mesi e di 3.000.000 € per quelle costituite da più di 36 mesi.

  • Quali sono le agevolazioni previste

L’agevolazione rinnovata nel 2021 copre fino ad un massimo del 90% della spesa ammissibile ed è composta da un finanziamento a tasso zero, della durata massima di 10 anni, ed un contributo a fondo perduto:

  • pari al 20% del totale delle spese per imprese costituite da meno di 36 mesi;
  • pari al 15% del totale delle spese per imprese costituite da più di 36 mesi.

I finanziamenti di importo inferiore a 250.000 € non sono assistiti da forme di garanzia, quelli superiore a 250.000 € devono essere assistiti da privilegio speciale.

Inoltre, è previsto un servizio di tutoraggio tecnico-gestionale cui valore, per singola impresa, è pari a:

  • 5.000 € per i programmi di importo non superiore a 250.000 €;
  • 10.000 € per i programmi di importo superiore a 250.000 €.
  • Presentazione e scadenza delle domande

Lo sportello per la presentazione delle domande aprirà il 19 maggio 2021 e resterà aperto fino ad esaurimento fondi.

La domanda viene gestita tramite piattaforma Invitalia e si potrà presentare domanda per un solo programma di investimento.

Non ci sono graduatorie: le domande vengono esaminate in base all’ordine cronologico di presentazione. I progetti saranno selezionati in base ad una procedura valutativa a sportello, con valutazione finale a punteggio.

In caso di esaurimento risorse destinate al contributo a fondo perduto, le agevolazioni sono concesse nella sola forma di finanziamento agevolato. Le agevolazioni sono erogate per stati avanzamento lavori (SAL) in massimo cinque quote, comprensive dell’ultima a saldo.

Se vuoi aggiornamenti sul finanziamento Nuove Imprese a Tasso Zero o desideri supporto per la compilazione del Business Plan per la presentazione della domanda scrivi una mail a Paul Renda, paul.renda@millergroup.it, CEO & Co-Founder di Miller Group.

Related posts