La tecnologia inclusiva è il futuro del lavoro

Dopo Covid-19 i modelli organizzativi sono cambiati così come il business e i mercati. Fare previsioni è difficile, ma è certo che il futuro del lavoro richiederà una rivoluzione digitale che metta al centro le persone grazie alla tecnologia inclusiva.

Il futuro del lavoro non è mai stato così imprevedibile. Indipendentemente dal settore, le imprese stanno affrontando la sfida di continuare a lavorare in Smart Working, rimodellando le infrastrutture e la cultura dell’azienda in risposta ai cambiamenti repentini dello stato economico di emergenza mondiale.

Uno dei modi in cui i leader possono riconoscere e anticipare questi cambiamenti è quello di prepararsi ad un futuro lavorativo completamente diverso da quello a cui siamo sempre stati abituati; un futuro completamente digitalizzato e inclusivo.

Molti imprenditori definiscono questo periodo un punto cruciale di opportunità: un periodo di norme decostruite per ricostruire un modo di lavorare migliore, più moderno e più equo.

L’idea di partenza è che per garantirsi un domani migliore sia necessario partire da una tecnologia inclusiva,disponibile anche le realtà imprenditoriali più fragili.

L’accesso alle tecnologie ed il loro pieno utilizzo rappresentano non solo un “dovere” per le imprese, ma un vero e proprio “diritto”, in quanto possono abilitare nuove infrastrutture e creare nuovi modelli di business.

In questo momento di ripresa, le organizzazioni sono ancora più competitive tra loro, ecco perché è necessario distinguersi per non essere esclusi dal mercato economico globale, offrendo servizi sempre più innovativi e tecnologicamente avanzati.

Questo è dunque il momento per gli imprenditori di esaminare attentamente i team a tutti i livelli dell’organizzazione e mettere in atto un’evoluzione delle skills attraverso formazione e coaching individuale improntati alla Digital Transformation.

È tempo di assumere un ruolo preponderante, fornendo competenze digitali e strategiche, così da attrarre talenti che abbiano già un background consolidato e che possano accompagnare l’azienda e i colleghi verso la completa digitalizzazione.

L’era dei processidecisionali autocratici, lenti e gerarchici èterminata: l’ambiente di business odierno ècaratterizzato dalla collaborazione, dalla co-creazione e dall’apertura al digitale così da mantenere il coinvolgimentoe la motivazione dei dipendenti.

Il futuro del lavoro si presenta inevitabilmente radicale perché deve promuovere un cambiamento reale ed efficace per tutti, basato sulle tecnologie inclusive.

È tempo di ridefinire la cultura del lavoro, passando ad una mentalità più rappresentativa, scalabile, flessibile e smart perché l’acquisizione di un nuovo mindset e di una cultura digitale diffusa è il primo passo per la riprogettazione di processi e dei modi di lavorare.

Scrivici innovation@millergroup.it se vuoi ridefinire attraverso la Digital Transformation il modo in cui fai impresa per avere risultati migliori, efficientare i costi e ottimizzare i processi con la tecnologia.

Related posts