Effetti Covid-19: PMI sempre più digitalizzate

Il rapporto PMI Digital Index 2020 GoDaddy ha messo in luce gli effetti della pandemia Covid-19 sulle piccole e medie imprese, che scelgono sempre più di abbracciare la Digital Transformation

GoDaddy, – società americana di registrazione di domini Internet e di hosting web, in collaborazione con Alkemy – ha realizzato una interessante ricerca che ha coinvolto 4.000 PMI italiane per fotografarne il grado di maturità digitale.

Basato su circa 120 parametri circa, divisi in 3 macro dimensioni, nel report “PMI Digital Index” viene analizzata anche la reattività digitale che le micro imprese hanno dimostrato durante l’emergenza sanitaria Covid-19.

Scendendo più nel dettaglio, sono state analizzate le variazioni riguardanti 8 pilastri del posizionamento digitale:

  • aggiornamento del sito;
  • ottimizzazione mobile;
  • aspetto tecnico;
  • social networking;
  • display advertising;
  • search marketing;
  • presenza locale;
  • data analytics.

Il primo dato emerso dal PMI Digital Index 2020 è il grado di digitalizzazione aggregato delle PMI italiane che si attesta a 56/100, ossia due punti in più rispetto all’anno precedente.

Riguardo invece l’emergenza sanitaria Covid-19, è stato evidenziato come la chiusura delle attività al pubblico abbia spinto molte aziende a cercare canali digitali alternativi per garantire la continuità e la sopravvivenza dell’attività economica in totale sicurezza.

L’analisi ha coinvolto un panel di 305 micro imprese con meno di 10 dipendenti e fatturato medio di 200.000 € appartenenti ai settori della ristorazione, del commercio al dettaglio e degli studi professionali con sito web rilevabile, con focus su 4 aree di impatto: Digital Sales, Delivery, Comunicazione e Performance.

Ne è emerso il seguente quadro: solo il 41% delle micro aziende è presente online con un sito web “vetrina” rilevabile tramite i motori di ricerca. Di queste, solo il 27% riesce ad attrarre volumi di traffico rilevanti sul proprio sito web, registrando più di 500 visite mensili.

Nonostante il basso grado di digitalizzazione medio, durante il lockdown queste stesse micro imprese hanno mostrato capacità di reazione e una buona attività di sviluppo e creazione di servizi digitali per rimanere in contatto con i propri clienti e conquistarne di nuovi.

Il 20% delle strutture chiuse infatti, grazie alla presenza web rilevabile, ha attivato con successo servizi di vendita online e servizi di Delivery, soprattutto nel settore della ristorazione.

Altro dato interessante è poi l’aspetto geografico: il livello di digitalizzazione delle PMI italiane cambia radicalmente da regione in regione con le province del Centro che mostrano un grado di digitalizzazione superiore: Marche, Lazio e Sardegna si attestano come le 3 regioni più sviluppate, mentre Abruzzo, Liguria e Piemonte sembrano essere ad un livello di progresso meno maturo.

GoDaddy ha inoltre approfondito i singoli settori di appartenenza del campione di PMI analizzato, da cui è emerso che il segmento Alberghiero e Ristorazione è il più evoluto digitalmente e che in determinati settori al crescere del fatturato aumenta anche la propensione al digitale.

Questi dati dimostrano una moderata propensione alla digitalizzazione da parte delle PMI: permane ancora un utilizzo poco evoluto e strategico degli strumenti di digital marketing a supporto della visibilità dell’azienda e soprattutto delle attività di vendita e di relazione con i clienti. Le PMI italiane hanno una grande opportunità: i pilastri digitali indicati da GoDaddy già dallo scorso anno sono stati in parte migliorati e questo rappresenta un segnale che fa ben sperare su un’accelerata per il futuro. Probabilmente l’emergenza sanitaria di quest’anno – che ha portato ad un cambiamento nelle abitudini di acquisto da parte dei consumatori, all’aumento del commercio elettronico e all’utilizzo dei servizi digitali – aumenterà la consapevolezza delle PMI sull’importanza di puntare maggiormente sulla propria digitalizzazione”, sottolinea Gianluca Stamerra, Regional Director di GoDaddy Italia, Spagna e Francia.

Miller Group è pronta a supportare le PMI in questo processo di digitalizzazione, fornendo una suite di servizi che consente di avere la giusta visibilità sia online che offline, con strumenti di marketing e di Digital Transformation utili ad aumentare la redditività aziendale e a rendere le operations più efficienti.

Richiedi una consulenza gratuita scrivendoci a innovation@millerconsulenze.it.

Related posts