Decreto Crescita: nuove agevolazioni per le aziende che partecipano alle fiere anche in Italia

La Commissione Bilancio e Finanza della Camera ha modificato l’incentivo compreso nel Decreto Crescita, per ciò che concerne le agevolazioni per le aziende che partecipano a fiere internazionali. L’emendamento amplia la validità del provvedimento, ricomprendendo anche le partecipazioni a fiere che si svolgono in Italia.

L’incentivo per il credito d’imposta delle PMI è stato emendato dalle Commissioni riunite Bilancio e Finanza della Camera, per consentire di usufruire del beneficio anche per le fiere che si svolgono in Italia, non più solo all’estero.

L’intervento riguarda le imprese, esistenti dal 1° gennaio 2019, per la partecipazione a manifestazioni fieristiche. Le spese disciplinate sono:

  • Affitto e allestimento spazi espositivi.
  • Attività di comunicazione, promozionali o pubblicitarie, relative alla partecipazione.

Il credito d’imposta viene riconosciuto al 30% delle spese ammissibili, con un tetto massimo di 60.000 euro, per il periodo d’imposta in corso al 1° maggio 2019.

Diversamente dalla versione originale del decreto, che stabiliva l’utilizzo del credito ripartito in tre soluzioni con cadenza annuale, a seguito della modifica, potrà essere utilizzato in un’unica soluzione.

Lo stanziamento previsto per il credito d’imposta, con riferimento all’anno 2020, ammonta a 5 milioni di euro.

Secondo la normativa vigente, l’efficacia del Fondo è limitata ai Paesi al di fuori della UE, considerati di rilevanza strategica. La modifica, invece, ridefinisce gli interventi del Fondo, aprendolo di fatto a tutti gli Stati non appartenenti all’Unione Europea o allo spazio economico europeo.

Con riferimento alle società estere, il Fondo potrà intervenire per la sottoscrizione di strumenti finanziari e partecipativi, compreso il finanziamento di soci, oltre che con l’acquisizione di quote di partecipazione al capitale.

È stata inoltre introdotta una disposizione per contrastare la delocalizzazione, che stabilisce, in caso di operazioni che vanno a ridurre il livello occupazionale nel territorio nazionale, il decadimento dell’agevolazione e il rimborso dell’investimento.

Se vuoi maggiori informazioni sui nuovi emendamenti al Decreto Crescita, scrivi a Rosi Oliveira, Founder di Miller Group: rosi.oliveira@millergroup.it

Related posts