Come le imprese affrontano i rischi legati alla Cybersecurity

Davanti a minacce costanti e attacchi hacker sempre più sofisticati, le imprese devono sviluppare un maggiore senso di urgenza sulla Cybersecurity per operare in tutta sicurezza, rafforzando il proprio business

Un recente studio di ricerca della Identity Defined Security Alliance (IDSA) intitolato “Identity Security: A Work In Progress” fornisce informazioni preziose su come solo le aziende lungimiranti in tema di Cybersecurity riescano a ridurre il numero di violazioni informatiche efficacemente.

Lo studio – che si basa su diverse interviste realizzate ai responsabili per la sicurezza IT o Identity Access Management (IAM) presso aziende con più di 1.000 dipendenti in tredici settori – ha messo in luce un chiaro campanello d’allarme su quanto sia impegnativa la protezione della sicurezza aziendale per i leader IT e della sicurezza informatica.

Il 94% delle aziende oggetto della ricerca, infatti, ha dichiarato di aver subito una violazione dei sistemi solo negli ultimi sei mesi, amplificando quanto sia urgente per tutte le imprese proteggersi dagli attacchi quotidiani che possono penetrare le difese di rete, causando danni o estraendo risorse e processi di alto valore dall’interno di un’organizzazione.

L’IDSA rileva che tali violazioni sono onnipresenti in tutti i settori e che le realtà che non hanno incorporato un modello integrato e resiliente di Cybersecurity nel tessuto della propria infrastruttura, non sono in grado di rilevare e contenere una violazione rapidamente, andando incontro a gravi perdite economiche.

IBM, in particolare, ha scoperto che, in media, le organizzazioni oggetto di attacchi informatici nel 2020 hanno impiegato circa 206 giorni, dopo l’intrusione iniziale di un hacker, per identificare la violazione dei dati e altri 73 giorni per porvi rimedio, con costi di violazione ingenti.

Di contro, le organizzazioni già avviate nel percorso di Digital Transformation, hanno guadagnato terreno sull’impatto dannoso degli attacchi informatici mirati, dimostrando che i loro investimenti in sicurezza hanno dato i loro frutti.

C’è ancora molto lavoro da fare, ma dopo Covid-19, i leader devono sfruttare lo slancio della ripartenza per realizzare appieno i vantaggi della resilienza informatica, incorporando la sicurezza nel tessuto della propria organizzazione entro i prossimi due o tre anni.

Innovazioni quali l’Intelligenza Artificiale, la Blockchain, il Cloud Computing e il Learning Machine sono infatti essenziali per garantire il futuro delle organizzazioni, migliorando le prestazioni dei team e aumentando la redditività aziendale.

Se la tua organizzazione è interessata a modelli di business innovativi, alla creazione di ecosistemi aziendali estesi e all’adozione di accordi di forza lavoro più flessibili, scrivici a innovation@millerconsulenze.it.

In Miller Group ti aiuteremo a raggiungere questi obiettivi, con la Cyber-resilience necessaria per crescere in tutta sicurezza.

Related posts