Bonus assunzioni 2020: tutti gli sgravi per imprese e professionisti

Sono molti gli incentivi di natura contributiva che nel 2020 permettono alle aziende e ai professionisti di risparmiare assumendo. Ecco quali e cosa comportano.

L’ultima Legge di Bilancio ha consolidato il quadro degli sconti contributivi per imprese e professionisti che assumono nuovo personale, ampliando quindi il ventaglio delle agevolazioni già in vigore.

Se alcuni di questi incentivi sono strutturali, cioè non hanno una scadenza predefinita, altri sono validi solo per un arco temporale prestabilito.

È utile sapere che per beneficiare di questi sgravi contributivi i datori di lavoro devono rispettare alcune condizioni preliminari: possedere il Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC), rispettare tutti gli obblighi previsti dalla legge e dai contratti collettivi applicati in azienda e applicare le condizioni generali in materia di fruizione degli incentivi e di compatibilità con il mercato interno.

Vediamo allora quali sono i soggetti a cui si possono applicare tali agevolazioni, a quali condizioni e cosa implicano.

  • Under 35 

Tale bonus prevede una riduzione del 50% dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro qualora assuma con un contratto a tempo indeterminato un Under 35a condizione che questo non abbia avuto questa tipologia di contratto prima.

  • Bonus Sud 

Permette lo sgravio per un anno del 100% della contribuzione previdenziale a carico del datore di lavoro in caso di assunzione a tempo indeterminato di giovani disoccupati di: Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sicilia, Abruzzo, Molise e Sardegna.

  • Apprendistato di 1° livello 

Nelle imprese con un numero di addetti pari o inferiore a 9,le assunzioni con contratto di apprendistato di giovani tra i 15 e i 25 anni prevedono uno sgravio contributivo previdenziale del 100% nei primi tre anni di contratto.

  • Ex studenti 

Esonero contributivo pieno per 36 mesi per le assunzioni a tempo indeterminato, entro 6 mesi dall’acquisizione del titolo di studio, di ex studenti under 35 che abbiano svolto per loro attività di alternanza scuola-lavoro o periodi di apprendistato per la qualifica o apprendistato in alta formazione.

  • Assunzione di beneficiari di reddito di cittadinanza 

Per le assunzioni a tempo indeterminato di beneficiari del reddito di cittadinanza (anche successivi ad un percorso formativo) l’impresa privata ha diritto all’esonero dal versamento dei contributi previdenziali e assistenziali.

  • Donne disoccupate 

In caso di assunzione di donne disoccupate da oltre 12 mesi, il datore di lavoro può fruire di uno sgravio contributivo del 50% dei contributi a proprio carico per un periodo variabile a seconda del tipo di contratto stipulato.

  • Over 50 

In caso di assunzione over 50, disoccupati da almeno 12 mesi, il datore di lavoro ha diritto ad una riduzione dell’aliquota contributiva a suo carico nella misura del 50% per un periodo variabile a seconda del tipo di contratto stipulato.

  • Lavoratori in NASpI 

Per l’assunzione con contratto a tempo pieno e indeterminato di un lavoratore che gode di indennità NASpI, il datore di lavoro privato usufruisce di un incentivo pari al 20% dell’indennità mensile.

  • Lavoratori in CIGS 

Tramite l’assunzione con contratto a tempo pieno e indeterminato di lavoratori in CIGS da almeno 3 mesi, si ha diritto ad un incentivo contributivo consistente nella riduzione dell’aliquota contributiva nella misura pari a quella prevista per gli apprendisti per un periodo di 12 mesi.

  • Beneficiari dell’assegno di ricollocazione 

In caso di assunzione, con contratto di lavoro subordinato, di lavoratori in CIGS beneficiari dell’assegno di ricollocazione, il datore di lavoro ha diritto all’esonero dal versamento del 50% dei contributi a suo carico, con agevolazioni anche per il lavoratore che accetta l’offerta di lavoro.

  • Contratti di lavoro sportivo 

Viene previsto un esonero per le società sportive femminili che stipulano, con atleti donne, contratti di lavoro sportivo.

  • Giovani agricoltori 

Vi è la possibilità per i coltivatori diretti e gli imprenditori agricoli, under 40, di ricevere un esonero dal versamento del 100% dell’accredito contributivo presso l’assicurazione generale obbligatoria per l’invalidità, la vecchiaia ed i superstiti.

  • Detenuti e internati 

Per l’assunzione con contratto di lavoro subordinato, anche a tempo parziale, non inferiore a 30 giorni, di detenuti o internati, è prevista la riduzione del 95% del carico contributivo complessivamente dovuto.

  • Sostituzione di lavoratori/lavoratrici in congedo

Nelle aziende sino a 19 dipendenti, le assunzioni a tempo determinato effettuate per sostituire lavoratrici in congedo di maternità, fruiscono di uno sgravio del 50% dei contributi a carico del datore di lavoro.

  • Disabili 

I datori di lavoro privati in caso di assunzione di lavoratori disabili hanno diritto ad un incentivo di natura contributiva che varia in base al tipo di disabilità posseduta dal lavoratore ed alla tipologia contrattuale instaurata tra le parti.

Al giorno d’oggi assumere nuovi dipendenti è sinonimo di spesa per le imprese, ecco perché rimanere informati sulle soluzioni che possono essere adottate per risparmiare diventa fondamentale per rilanciare l’occupazione, sostenere il turnover generazionale e incentivare l’avvio di nuove attività di lavoro autonomo.

Per maggiori informazioni sul Bonus Assunzioni 2020, scrivi ad Alessio Ferrario, alessio.ferrario@millergroup.it, di Miller Group.

Related posts

Il protocollo condiviso per il contenimento del Covid-19

L’obiettivo del protocollo condiviso è fornire indicazioni operative finalizzate a incrementare, negli ambienti di lavoro non sanitari, l’efficacia delle misure precauzionali di contenimento per contrastare l’epidemia di COVID-19...

Read More