bg

News

Incentivo occupazione NEET 2019: cos’è e come si applica

img News Inps Incentivoneet Assunzionegiovani

L’incentivo di assunzione di giovani aderenti al Programma “Garanzia Giovani” è stato prorogato per il 2019 dal decreto direttoriale Anpal 581/2018: le assunzioni effettuate a tempo indeterminato tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2019, nei limiti delle risorse stanziate, sono le uniche a cui spetta l’incentivo ed è cumulabile, per la parte residua dei contributi datoriali, con l’esonero contributivo all’occupazione giovanile stabile.

 

La circolare 54/2019 dell’Inps fornisce le indicazioni operative per la fruizione dell’incentivo. Esso può essere quindi riconosciuto per:

  • Assunzioni a tempo indeterminato, anche a scopo di somministrazione;
  • I rapporti di apprendistato professionalizzante;
  • I rapporti di lavoro subordinato instaurati in attuazione del vincolo associativo con una cooperativa di lavoro, sia essa a tempo pieno o parziale.

Al contrario, non è possibile godere del beneficio:

  • Nelle ipotesi di assunzione con contratto di lavoro domestico o intermittente
  • Nelle ipotesi di prestazioni di lavoro occasionale
  • Per i contratti di apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore e il certificato di specializzazione tecnica superiore, nonché i contratti di apprendistato di alta formazione e di ricerca;
  • nelle ipotesi di trasformazione a tempo indeterminato di rapporti a termine.

L’incentivo può essere riconosciuto per un solo rapporto verso lo stesso lavoratore, anche se è stato riconosciuto per una assunzione del 2018.

 

A cosa corrisponde questo incentivo?

L’importo dell’incentivo è uguale alla contribuzione previdenziale a carico del datore di lavoro, esclusi i premi e contributi dell’Inail, per un importo massimo di 8.060€, riparametrato e applicato su base mensile per dodici mensilità.

Tuttavia, è possibile fruire di suddetto incentivo a partire dalla data di assunzione ed entro il 28 febbraio 2021. In caso di assenza obbligatoria dal lavoro per maternità, il periodo di godimento dell’agevolazione potrà essere sospeso, però dovrà sempre essere fruito entro e non oltre il termine del 28 febbraio 2021.

 

Come fare per ottenerlo?

Le condizioni da rispettare per avere diritto di fruizione dell’incentivo sono due:

  1. rispetto delle condizioni previste dall’articolo 1, commi 1175 e 1176, L. 296/2006 (adempimento degli obblighi contributivi; osservanza delle norme poste a tutela delle condizioni di lavoro; rispetto, fermi restando gli altri obblighi di legge, degli accordi e contratti collettivi nazionali, nonché di quelli regionali, territoriali o aziendali, laddove sottoscritti, stipulati dalle organizzazioni sindacali dei datori di lavoro e dei lavoratori comparativamente più rappresentative sul piano nazionale);
  2. applicazione dei principi generali in materia di incentivi all’occupazione stabiliti, da ultimo, dall’articolo 31, D.Lgs. 150/2015.

 

Inoltre, i datori di lavoro che potranno ottenerlo dovranno rispettare anche le seguenti previsioni, di cui al Regolamento UE 1407/2013 o, in alternativa, all’art.7 D.D. 3/2018:

  • l’assunzione deve determinare un incremento occupazionale netto rispetto alla media dei lavoratori occupati nei 12 mesi precedenti;
  • per i lavoratori di età compresa tra i 25 e i 29 anni, l’incentivo può essere fruito solo quando, in aggiunta al requisito dell’incremento occupazionale, venga rispettato uno dei seguenti requisiti:

o   il lavoratore sia privo di impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi;

o   il lavoratore non sia in possesso di un diploma di istruzione secondaria di secondo grado o di una qualifica o diploma di istruzione e formazione professionale;

o   il lavoratore abbia completato la formazione a tempo pieno da non più di 2 anni e non abbia ancora ottenuto il primo impiego regolarmente retribuito;

o   il lavoratore sia assunto in professioni o settori caratterizzati da un tasso di disparità uomodonna che supera almeno del 25% la disparità media uomo-donna in tutti i settori economici dello Stato o sia assunto in settori economici in cui sia riscontrato il richiamato differenziale nella misura di almeno il 25%.

Questa agevolazione non sarà cumulabile con altri incentivi all’assunzione di natura economica o contributiva, ad eccezione di quanto previsto dall’art. 1, comma 100, L. 205/2017.

Come si richiede?

Il datore di lavoro dovrà inoltrare all’INPS una domanda preliminare di ammissione, tramite il modulo di istanza online NEET, disponibile nel “Portale delle agevolazioni” sul sito internet www.inps.it. Dopo aver effettuate le verifiche, l’INPS calcolerà l’importo spettante dell’incentivo, controllerà se è presente la copertura finanziaria e informerà il datore di lavoro che è stato prenotato l’importo dell’incentivo per l’assunzione del lavoratore indicato nell’istanza. Se l’istanza viene quindi accolta, il datore deve comunicare l’avvenuta assunzione entro 10 giorni. Non può essere accettata una domanda di conferma contenente dati diversi da quelli già indicati nell’istanza di prenotazione, né può essere accettata una domanda di conferma cui è associata una comunicazione Unilav/Unisomm non coerente.

 

Per ulteriori informazioni, scrivi a Diego Albergoni, Consulente del Lavoro presso Miller & Partners: diego.albergoni@millergroup.it


Tags: News Inps Incentivoneet Assunzionegiovani