bg

News

FLAT TAX 2019: come funziona e chi ne trae vantaggio

img News Flattax Forfettario Regimeforfettario Leggedibilancio2019 Partitaiva Agevolazioni

Sulla base di quanto previsto dalla Legge di Bilancio 2019 e dal Decreto Fiscale 2019, dal 1° gennaio 2019 sarà applicato un nuovo regime forfettario per chi possiede una partita IVA.

Cos’è e come funziona la Flat tax partita IVA?
Secondo quanto afferma il testo della neo-approvata legge, i titolari di partite IVA che hanno avuto nell’anno 2018 un volume di affari fino a 65.000€ potranno godere nell’anno 2019 dell’estensione dell’aliquota regime forfettario al 15%. Non solo, dal 2020 probabilmente questa aliquota verrà alzata al 20% per i compensi e ricavi fino a 100.000€ all’anno. Per quanto riguarda le startup, l’aliquota è prevista al 5% per quelle con lavoratori under 35 e over 55.
L’obiettivo di questa estensione del regime fiscale è quella di agevolare la vita lavorativa di liberi professionisti, imprese e start up. Rispetto ad oggi, la differenza risiede non nella percentuale di aliquota ma nel limite di reddito. Infatti, la soglia dei ricavi annui è diversa in base alla categoria professionale cui si appartiene; tuttavia nel 2019 tutte le categorie seguenti verranno estese a 65.000€:

  • Commercio al dettaglio e all’ingrosso (50.000€)
  • Servizi di alloggio e ristorazione (50.000€)
  • Industrie alimentari e delle bevande (45.000€)
  • Commercio di alimenti e bevande, anche ambulante (40.000€)
  • Commercio ambulante non alimentare (30.000€
  • Attività professionali, scientifiche, tecniche, sanitarie, di istruzione, servizi finanziari e assicurativi (30.000€)
  • Altre attività economiche (30.000€)
  • Costruzioni e attività immobiliari (25.000€)
  • Intermediari del commercio (25.000€)

Inoltre, per ogni categoria professionale, è previsto un coefficiente di redditività. È necessario precisare che, prima del 2015, con il regime dei minimi era possibile scaricare le uscite fatturate della propria attività. Al contrario, con il forfettario è prevista una quota forfettaria di uscita che varia in base alla professione svolta. Ecco i coefficienti di redditività per le attività svolte:

  • Commercio al dettaglio e all’ingrosso: 40%
  • Servizi di alloggio e ristorazione: 40%
  • Industrie alimentari e delle bevande: 40%
  • Commercio di alimenti e bevande, anche ambulante: 40%
  • Commercio ambulante non alimentare: 54%
  • Attività professionali, scientifiche, tecniche, sanitarie, di istruzione, servizi finanziari e assicurativi: 78%
  • Altre attività economiche: 67%
  • Costruzioni e attività immobiliari: 86%
  • Intermediari del commercio: 62%

Gli scopi che si vogliono perseguire con questo primo step della Flat tax partite IVA sono la crescita del numero di contribuenti del regime forfettario 2019, tramite l’aumento del limite di reddito, la creazione di un solo regime agevolato con un unico regime forfettario per opzione al 15% e al 5% per le start up, l’aumento dei contribuenti che godono di semplificazioni negli adempimenti contabili per facilitare sia imprese sia professionisti, e infine la dichiarazione dei redditi come unico adempimento previsto.

Chi sono i soggetti esclusi dal regime forfettario?
Nel vecchio regime dei forfettari, l’accesso era determinato dal possesso di quote in S.r.l. che avessero optato per la trasparenza fiscale: tuttavia, non era una limitazione così decisiva in quanto poche società optavano per questa caratteristica. Al contrario, con la nuova normativa, l’accesso al regime forfettario è escluso a tutti i lavoratori autonomi che hanno una quota di controllo in qualsiasi S.r.l. Così facendo, il numero dei beneficiari diminuisce drasticamente.

Esenzioni e durata per le partite IVA
Chi aderisce al regime forfettario e alla Flat tax, potrà usufruire di agevolazioni interessanti: non sarà soggetto all’IVA e ai relativi adempimenti, né sarà obbligato a tenere i registri IVA, né sarà sottoposto a studi di settore. L’unico obbligo sarà numerare le fatture consequenzialmente e conservarle, senza addebitarvi l’IVA.
La durata del regime forfettario è illimitata: le aziende possono continuare la loro permanenza in tale regime fino a quanto non si supera il limite di reddito imposto o si venga meno ai requisiti citati in precedenza.

Per maggiori informazioni chiedi a Paola Gatti, Commercialista e Revisore contabile presso Miller Group: paola.gatti@millergroup.it 


Tags: News Flattax Forfettario Regimeforfettario Leggedibilancio2019 Partitaiva Agevolazioni