bg

News

PMI LOMBARDE: 7 milioni per l'internazionalizzazione

img News Pmi Consulenze Internazionalizzazione Finanziamenti Regionelombardia Sviluppo

Le PMI che vogliono spingersi oltre i confini nazionali avranno dal 2019 un aiuto concreto: la regione Lombardia, infatti, ha stanziato un fondo di 7 milioni di euro per supportarle in questo processo di internazionalizzazione. Queste risorse serviranno per finanziare a tasso zero diverse operazioni utili per diffondere il brand italiano all’estero e trovare clienti negli altri paesi.

I fondi: quantità totale e agevolazioni
La Giunta Regionale Lombarda, approvando la “linea internazionalizzazione”, ha deciso di assegnare la prima tranche dei 7 milioni di euro stanziati, eventualmente elevabili fino a 13 milioni nel biennio 2018-2020.
Ad ogni PMI che desidera sviluppare o consolidare la propria presenza sui mercati esteri verrà concesso un finanziamento a tasso zero fino all’80% delle spese ammissibili, con una spesa minima di 50.000€ e una massima di 500.000€. Questo finanziamento avrà una durata dai 3 ai 6 anni, con un preammortamento massimo di 2 anni.
Le spese ammissibili secondo quanto decretato dalla regione Lombardia sono:

  • Sviluppo di brand per l’estero
  • Azioni di comunicazione e advertising per la promozione all’estero
  • Partecipazione a fiere internazionali in Italia e all’estero
  • Istituzione all’estero di temporary showroom per un massimo di 6 mesi
  • Consulenze in materia fiscale, doganale, strategica e di diritto
  • Servizi di traduzione o interpretariato
  • Certificazioni di prodotto necessarie
  • Spese per il personale dipendente impiegato nel processo, fino a un massimo del 30% del totale di tutte le spese ammissibili
  • Costi indiretti calcolati a forfait fino a un massimo del 15% del costo del personale utilizzato.

Queste spese dovranno essere parte di un programma integrato di sviluppo internazionale e l’investimento minimo che l’azienda deve affrontare per ottenere i finanziamenti è di 62.500€ da realizzare entro 18 mesi dalla concessione dei soldi.

Quali sono i requisiti per ottenere i finanziamenti?
Le PMI che vogliono trarre beneficio dai fondi devono essere attive e iscritte al Registro Imprese da almeno 24 mesi, avere sede operativa sul territorio regionale e avere il requisito di regolarità contributiva.
L’apertura dello sportello per presentare le domande è prevista per l’inizio del 2019: le domande delle aziende verranno valutate in base all’ordine di presentazione e sulla base di criteri di merito (ad esempio, la qualità dell’operazione e la capacità del proponente). Vi sarà una graduatoria con un punteggio di ammissione che parte da 60/100 e il procedimento di istruttoria terminerà in 90 giorni dalla presentazione della domanda.

Il vicepresidente Sala ha affermato che l’obiettivo di queste misure e agevolazioni è promuovere l’internazionalizzazione del tessuto imprenditoriale lombardo, puntando al fine ultimo di consolidare la presenza e la capacità di azione delle nostre aziende nei mercati esteri.

Per maggiori informazioni chiedi a Paul Renda, founder di Miller & Partners: paul.renda@millergroup.it


Tags: News Pmi Consulenze Internazionalizzazione Finanziamenti Regionelombardia Sviluppo