bg

News

ALLEGATO 3B: La novità di novembre per il medico competente

img News Bozza Sicurezzalavoro Medicocompetente Allegato3b Medicinadellavoro

A partire dal 1° novembre 2018, i Medici Competenti possono utilizzare la piattaforma telematica INAIL per le comunicazioni sui dati collettivi, aggregati sanitari e di rischio dei lavoratori sottoposti a sorveglianza sanitaria durante l’anno in corso.

Procedure e scadenze: quali sono?
L’articolo 40 del D. Lgs. 81/2008 afferma che, entro il 31 marzo 2019, il medico competente dovrà comunicare i dati aggregati sanitari e di rischio dei lavoratori sottoposti a sorveglianza sanitaria nel 2018, solo ed esclusivamente per via telematica tramite la piattaforma INAIL neonata (reperibile al link https://www.inail.it/cs/internet/attivita/prevenzione-e-sicurezza/promozione-e-cultura-della-prevenzione/comunicazione-medico-competente.html).
Chi non rispetta la scadenza della trasmissione dei dati commette a tutti gli effetti un illecito amministrativo punibile con una sanzione amministrazione pecuniaria, variabile tra 1.116,82€ e 4.467,30€.

Le modalità di trasmissione
È possibile elaborare la trasmissione dei dati a partire dal 1° novembre 2018: vi è la possibilità di salvare una bozza per poterla modificare prima della trasmissione effettiva di marzo 2019.
Una volta trasmessa, il documento viene confermato tramite un PDF con validità di ricevuta, contenente il numero di protocollo, una data e un orario di invio.
I dati da trasmettere devono riferirsi solo ai lavoratori occupati e soggetti a sorveglianza sanitaria dal 1° gennaio al 31 dicembre 2018: qualora non fossero state effettuate visite durante l’anno, è comunque necessario trasmettere i dati. È necessario trasmettere i dati anche nel caso in cui l’impresa abbia cessato la propria attività nell’anno di riferimento della comunicazione.
Se nella stessa azienda avviene un cambio di medico competente, l’obbligo di trasmissione sarà del medico risultante durante il periodo di riferimento.
Qualora l’azienda lo necessiti, l’INAIL permette l’inserimento di ulteriori rischi lavorativi tra cui la movimentazione manuale dei carichi, oltre che i rischi “non normati”, ovvero quelli che vengono valutati all’interno del DVR aziendale e che comportino l’attivazione della sorveglianza sanitaria.

Per maggiori informazioni chiedi a Carlotta Tronconi, consulente della sicurezza sul lavoro presso Miller & Partners: invia una mail a carlotta.tronconi@millergroup.it


Tags: News Bozza Sicurezzalavoro Medicocompetente Allegato3b Medicinadellavoro